QUI NON SI MOLLA MAI

 

 

 

 

PRE-PARTITA

 

DERTHONA-FEZZANESE

Archiviato l'ottimo punto conseguito in extremis a Lavagna, il Derthona affronta in casa, nella penultima gara da disputare al Coppi per questa stagione, la Fezzanese.

 

I verdi spezzini, in piena lotta per evitare la retrocessione diretta e conquistare almeno lo spareggio dei playout, sono reduci da una serie positiva che ne ha rilanciato le speranze di salvezza, dopo un girone di andata avaro di soddisfazioni. Nell'ultima giornata i ragazzi capitanati da Fabrizio Lorieri stavano per conquistare una fondamentale vittoria contro il Sestri Levante proprio grazie a una rete del bomber ex-bianconero, ma i tre punti sono sfumati proprio nel finale (rete di Boisfer per i corsari).

 

Per i Leoni, l'obbiettivo in queste ultime quattro giornate potrebbe essere quello di superare quota 50 punti, raggiunta solo due volte in questi anni di serie D (2008-09, 52 punti, con Oliveira e 2011-12, 54 punti, con Marrazzo). Nella fila della Fezzanese, oltre a Lorieri e De Martino, si è aggiunto da dicembre un altro giocatore che ha vestito la maglia dei Leoni nella sua prima esperienza in una squadra "senior": Mattia Biso. 

 

Chi segue il Derthona da più di venti anni ricorderà sicuramente quel ragazzo già ricco di personalità che combatteva a centrocampo senza paura insieme ai "grandi" (e si sta parlando di Gabetta, Bergo, Daidola...) e che si rivelò in tutta la sua classe in una serata di agosto, teatro della partita di Coppa Italia contro il Voghera (3a2, sua la rete di testa che diede l'avvio a una clamorosa rimonta nonostante i bianconeri fossero rimasti in dieci, fonte Archivio La Stampa e Giornali del Piemonte).


Fu un'annata in cui il Derthona si conquistò con gli artigli una meritata salvezza, in un girone difficile (molto "lombardo") e Mattia fu uno dei protagonisti della stagione. Con una carriera da giramondo, vestirà poi più di venti casacche in giro per l'Italia, approdando anche in serie A con Ascoli e Catania e per finire ora, quasi quarantenne, alla Fezzanese.

 

Giocatore di temperamento e trascinatore del centrocampo, ma abbastanza folle da tirare fuori dal cilindro numeri del genere.

 

Forza Leoni Sempre!


Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
comments powered by Disqus