CONTA CHI RESTA, IL RESTO NON CONTA

2015-16 DERTHONA - PINEROLO

 

 

 

 

¡ BUENA SUERTE

 

IGNACIO !

La rete in combutta El Khayari - Draghetti di Vado ha interrotto l'emorragia di punti e reti segnate sofferta in questo inizio di girone, quindi ora si può guardare al prossimo impegno di domenica dei Leoni con il Pinerolo con un pizzico di serenità in più.

 

In settimana è arrivata, inoltre, la notizia della partenza verso la serie A croata dell'argentino Varela: avremo modo di vedere quali cambiamenti tattici comporterà questa assenza già contro i pedemontani, che mantengono, con un certo margine di sorpresa, una invidiabile posizione di alta classifica (quinto posto).

 

Chi partecipò alla trasferta pinerolese, sa che la squadra torinese si è rivelata molto quadrata e grintosa, con un'impressione precisa di maggiore solidità e amalgama rispetto ai nostri, che risultarono sconfitti, più che altro, proprio dal punto di vista caratteriale. Ecco, ci piacerebbe che domenica succedesse l'esatto contrario: soprattutto in casa, dobbiamo cercare di non farci mettere sotto da nessuno se non dal punto di vista tecnico, almeno da quello della grinta e determinazione.

 

Amarcord, o meglio "amarocord" in questo caso, perchè si ricorda una partita allucinante giocata al Coppi quasi 19 anni fa. La sfida con il giovane Pinerolo del 5 ottobre 1997 arrivava in un momento di burrasca in casa bianconera, a campionato appena iniziato: nonostante una campagna acquisti sontuosa, basata su grossi nomi del girone, il Derthona era già impelagato nella lotta salvezza (e fu così fino alla fine) ed era iniziato il via-vai di dirigenti, giocatori e allenatori che, purtroppo, abbiamo visto diverse volte nel corso della storia.

 

 

Il match sembrava indirizzato verso un pareggio senza reti, ma dal 77' si scatenò una girandola di segnature e il Derthona, due volte in vantaggio, riuscì nell'"impresa" di farsi rimontare e poi superare all'ultimo secondo.

 

Una beffa nata da una sola enorme e gigantesca causa: il clima di sfiducia e provvisorietà che dalla società si trasmetteva, inevitabilmente, a tutto l'ambiente.

 

A fine partita gli strascichi furono diversi: contestazione del pubblico, "dimissionato" Massimo Londrosi (poi direttore sportivo del ciclo Pavia dall'Eccellenza alla sfiorata serie B) e ingaggiato Eros Pogliani come direttore sportivo, panchina che scotta sempre più per Venturini (poi sostituito da Zunino e infine Sisti), rescissioni di contratto per giocatori....


1997-98 DERTHONA - PINEROLO 2-3
Fonte: Archivio La Stampa

 

 

Un'ultima curiosità: Varela esordì dal primo minuto proprio a Pinerolo, quindi è rimasto al Derthona esattamente per mezza stagione. In bocca al lupo in terra istriana, gaucho!

 

 

N.B. Da sottolineare la bella iniziativa della SPAVALDA CREW TORTONA per riportare allo stadio le giovani leve.

 

https://www.facebook.com/since.millenovecentootto/

 

Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
comments powered by Disqus