PROVA DI FUGA DALLA ZONA CALDA

2015-16 DERTHONA - BORGOSESIA


 

 

 

 

RUN LION RUN

Domani si conclude il secondo mini-tour de force caratterizzato dalla partita infrasettimanale con il turno casalingo in cui i Leoni affronteranno il Borgosesia.

La formazione sesiana, avversaria abituale negli anni di serie D, ha iniziato il campionato con qualche balbettio in più rispetto al solito, e si ritrova ora in una posizione di classifica pressochè analoga rispetto al Derthona (un punto in meno). Ci si presenta perciò una nuova occasione per consolidare la posizione di centro classifica, cerchiamo di sfruttarla a dovere.


Per la componente dei ricordi, questa volta proviamo a rivangare un Derthona-Borgosesia giocato il 29 aprile del 2001, serie D, alla fine di un campionato che segnò un punto di svolta, purtroppo in negativo, per la storia "recente" della nostra squadra. Nel 2000-2001, dopo diverse stagioni a buon livello in quinta serie (all'epoca c'era ancora la C2), sembrava che fosse arrivato il momento di riconquistare finalmente la serie C. Squadra, sulla carta, costruita per vincere con i vari Felice, Giulietti, Becchio, Brivio, Aliotta, Orlandi..., un allenatore che faceva "giocare bene" come Domenicali, un pubblico che era in grado di invadere ogni piazza e garantire un sostegno spettacolare per la categoria (mai in meno di cento ovunque e in casa punte di 1000-1300 paganti).


Fino alla fine del girone di andata, tutto sembrò girare per il verso giusto: qualche battuta di arresto, considerata fisiologica, ma primo posto solido e prestazioni incoraggianti, nonostante avversari ben attrezzati come Sangiustese, Valenzana e Savona.


2000-2001 DERTHONA - BORGOSESIA 1-1

Ancora una volta, non si era fatti i conti con gli effetti deleteri di una gestione societaria avventata, affidata a Carmelo Quattrone e Luigino Valsorda: i risultati in campo cominciarono a venire meno, squadra "molle", in apparenza svogliata, senza più energie e sconfitte a catena. 


Inizialmente si pensò a un momento di scarsa forma, sperando che la triste realtà non si palesasse nella sua amarezza complessiva, unita alla delusione per le aspettative mancate. Buona parte della rosa si era "ammutinata" per mancanza degli emolumenti promessi, fino ad arrivare a un allontamento di massa che proprio in quel Derthona Borgosesia divenne "ufficiale". La partita si giocò davanti a un Coppi praticamente deserto (100 spettatori), fu bruttissima e si concluse sul risultato di 1-1, con il solo Giulietti ancora a impegnarsi in mezzo al campo in una squadra decimata e priva di stimoli.


 

La fine di quel campionato fu un vero calvario, tra pesanti contestazioni, partite giocate o non giocate sulla base di sospette sollecitazioni esterne, un macello che si tramuterà nell'anno successivo in una retrocessione ineluttabile.

 

Fine dei sogni di gloria e via a nuove lunghe stagioni di sofferenza.

 

La storia del Derthona è densa di momenti di sofferenza, che ogni tanto occorre ricordare.

 



Curiosità: in classifica cannonieri, con 13 reti, Giancarlo Calabria, allora attaccante del Savona.

 

 

Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
comments powered by Disqus