CERCASI DISPERATAMENTE 11 LEONI

2014-15 NOVESE-DERTHONA 2-0

 

 

 

 

 

Un Baffo più triste del solito, non viene comunque piegato dall'ennesima infausta domenica

Lo scrivo con la morte nel cuore, ma dopo l'ennesima prestazione indegna di oggi, tutta la squadra meriterebbe di essere abbandonata da noi tifosi.


Siete riusciti a farci vergognare di tifare per voi.


Al fischio finale persino i bambini di Novi ci schernivano cantandoci "Tutti a casa alè". Mi spiace scrivere queste cose, e lo sto facendo con una tristezza che raramente mi è capitata di avere uscendo da uno stadio, ma quello che ho provato oggi è proprio questo, tristezza.


Dopo il secondo gol subito, la maggior parte di noi tifosi, ha deciso di abbandonare la gradinata, perchè sinceramente non riuscivamo più ad assistere ad uno spettacolo indecoroso come quello offerto oggi da due squadre indecenti. Si può anche perdere, ormai non sappiamo più dove mettere le sconfitte subite, ma uscire dal campo battuti da un avversario a dir poco impresentabile, non si può proprio accettare.


NOI SIAMO USCITI E VOI DOVE ERAVATE?


Oltre ad essere stati battuti, avete anche l'aggravante di non aver avuto una minima reazione alle reti subite, questo è molto preoccupante. E' cambiato il mister, ma in campo non è cambiato proprio nulla rispetto alle ultime prestazioni inguardabili, quindi ragazzi non avete scusanti: la colpa è vostra.


Se pensate di continuare con questo atteggiamento, sappiate che vi ritroverete a giocare con un Fausto Coppi completamente deserto, cosa che comunque si sta lentamente verificando, e se è questo che volete, avete quasi raggiunto l'obiettivo. Quello di cui vi accusiamo noi tifosi è la continua involuzione che state dimostrando di avere, sembra che lo facciate apposta a giocare sempre peggio, e anche se siamo sicuri che non è così, non state facendo proprio nulla per dimostrare il contrario. Non voglio nemmeno minimamente pensare che non ve ne importi nulla di correre il rischio di retrocedere, anzi sono assolutamnte sicuro del contrario, ma se non vi mettete in testa che da questo preciso istante dovete tirare fuori gli attributi, e lo dovete fare singolarmente, non aspettare che qualcun'altro lo faccia per voi, la retrocessione sarà inevitabile.


Non vogliamo più sentire scuse e parole, non vogliamo più sentire il capitano che dice di essere mortificato per noi, le scuse le dovete dimostrare in campo, le mortificazione devono essere per voi stessi non per noi, sappiate che se retrocederete, sarete voi come giocatori a farlo, avrete fallito, non saremo noi tifosi a retrocedere, anzi vi ricorderemo come quelli che avranno scritto una bella pagina della fine del Derthona, perchè questo sarà, LA FINE.


Nel confronto che abbiamo avuto all'uscita degli spogliatoi, eravamo veramente arrabbiati, e questa rabbia l'avremmo voluta vedere anche nelle facce di voi giocatori, ma in qualcuno non l'ho vista. Se a qualcuno di voi tutto questo non interessa minimamente, abbia il coraggio di prendersi le proprie responsabilità, ed è pregato di trovarsi tranquillamente un'altra squadra. Molti spesso commettono l'errore di considerare il giocare a pallone come un lavoro, ma il calcio non è solo questo. Per raggiungere gli obiettivi prefissati bisogna metterci la passione, bisogna avere il senso di appartenenza ad una squadra, ad un gruppo, ad un simbolo, è questo a fare la differenza.


I giocatori che sono da due o tre anni qui a Tortona, questo lo hanno imparato, lo hanno capito, e sono stati artefici di imprese come quelle dello scorso campionato, quindi mi rivolgo a voi: trasmettete tutto questo a chi ancora non lo ha capito, chissà che le cose non possano cambiare. Ora vogliamo porre tutta la nostra fiducia al nuovo allenatore e al presidente, sono queste le persone che avranno il compito da oggi in avanti di far si che la corrente cambi. Noi tifosi stiamo iniziando a preoccuparci sul serio, e tanto, ma NON MOLLEREMO MAI, ormai abbiamo le spalle talmente grosse, che non ci scalfisce quasi più nulla, e sono convinto che se anche quest'anno si raggiungerà la salvezza, dal prossimo campionato inizierà un nuovo corso per questa società, voglio sperare che si possa ripartire con ben altre ambizioni.


Chiudo dicendo a tutta la squadra che ci dovrete sopportare anche domenica prossima ad Arma di Taggia, perchè anche se in questo momento l'intenzione sarebbe quella di non seguirvi, noi ci saremo, non vi libererete così facilmente di noi.


BAFFO



Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
comments powered by Disqus