Vi aspettiamo domenica prossima

2014-15 Sporting Bellinzago-Derthona 1-0








Era nell'aria: al fischio finale c'è stata una mini contestazione ma ben decisa.




Il pensiero più rappresentativo di tutto quello che si è imputato alla squadra è stato: "Se continuate così ci fate passare la voglia di seguirvi". La sconfitta è stata un po' l'elemento scatenante, ma anche se la partita fosse finita 0 a 0, le cose non sarebbero cambiate. Forse i toni sarebbero stati più pacati, ma il pensiero era già questo ancora prima di subire l'ennesimo gol sempre nell'unica occasione che i nostri avversari hanno a disposizione, e non per loro meriti, ma per colpe nostre.

 

Oggi la squadra ha passeggiato in campo, ma non credo per mancanza di voglia o per svagatezza. Ho l'impressione che ci sia nervosismo, poca serenità, addirittura un po' di tensione, questo è quello che si percepisce osservando da fuori.

 


Obiettivamente finora abbiamo incontrato avversari veramente mediocri, lo stesso Sporting Bellinzago è una squadra talmente modesta che se non fosse stato per demerito della nostra difesa, non avrebbe mai segnato. E' questo l'aspetto che ha contraddistinto l'esito degli scarsi risultati e dei miseri 2 punti in classifica: siamo talmente fragili e timidi, che gli avversari pur senza costruire nulla, il gol prima o poi ce lo fanno (come fa notare anche Sora Lella). Urge un cambio di mentalità in campo da parte dei "leoncini", non si tratta di mancanza di gioco, ma di atteggiamento, è sull'aspetto emotivo e psicologico su cui il mister ora dovrebbe lavorare e dare priorità.

 

Finora la squadra a livello tecnico, non è stata inferiore a nessuno, è proprio questo l'elemento preoccupante; Argentina, Sancolombano, Sporting lo ripeto, sono parse veramente di un livello medio basso, al di sotto del nostro, ma la classifica dice esattamente il contrario, quindi credo che ci sia bisogno di rivedere gli aspetti a cui si è data più rilevanza fino ad ora.

 

La mini contestazione è stata assolutamente civile e secondo me dovuta, credo sia giusto aver espresso il nostro malcontento, e tengo a precisare nuovamente che ai ragazzi non è stata rinfacciata la sconfitta in campo, ma il brutto approccio alla partita e un invito ben chiaro a destarsi dal torpore generale, "Vi dovete svegliare!" era uno degli urli più gettonati. E' meglio che questo confronto ci sia stato alla quarta giornata di campionato, subito così presto, quando la situazione è ancora del tutto rimediabile, e devo dire che i giocatori l'hanno accettata, e sono sicuro anche capita, sono convinto che ci abbiano compreso, ma ora sta a loro rimediare, noi da fuori non possiamo fare nulla, che si guardino tutti quanti negli occhi, mister, giocatori, direttori e presidenti vari, sono convinto che troveranno la soluzione a questa mancanza di carattere.

 

Stiano tranquilli che noi li sosterremo già da domenica prossima, noi tifosi di situazioni ne abbiamo passate talmente tante e di ben peggiori in questi anni, che per noi è ordinaria amministrazione, per noi questo non è niente, ma era giusto dimostrarlo. Vorrei solo fare un invito: smetterla di dare la colpa alla sfortuna. Le squadre forti non sono mai sfortunate, alla sfortuna ci si appiglia quando si è confusi e frustrati, quando non si ha il coraggio di ammettere i propri errori e le proprie colpe, sono le squadre deboli ad usare la sfortuna come scusante.

 

Continuiamo tutti su questa strada, cioè quella di evitare polemiche e discussioni distruttive, ma limitiamoci ad un confronto civile a fine gara e niente più. Un ambiente sereno è determinante a raggiungere obiettivi a volte impensabili, la salvezza dello scorso campionato è li a farci da esempio.

Ah dimenticavo, domenica prossima si vince sicuro, alla faccia della scaramanzia.

 

Baffo

 

 

Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...