Noi siamo pronti

Sabato 23 Agosto inizia la stagione ufficiale per il Derthona FbC 1908. Ho scritto volutamente la denominazione completa per evidenziare la continuità della Nostra Storia. Anche questa volta siamo ancora vivi, per il 106esimo anno.

Incredibilmente questa è stata un'estate tranquilla, nonostante ci sia stato un passaggio di proprietà importante, tutto è stato fatto con calma e senza clamori, senza annunci eclatanti e promesse fuori luogo. Un'estate tranquilla, non siamo nemmeno più abituati visto le traversie a cui abbiamo assistito nelle passate stagioni.
 
Si è riusciti a costruire una squadra già a luglio, voluta dal ritorno di un mister sulle cui capacità tecniche non si discute. Il mister, già, è stata forse la nota più controversa, molti tifosi della squadra sono stati o sono ancora contrari a questa scelta, ma ripeto, tutti conoscono i suoi metodi di lavoro e la sua professionalità sul campo. Si può discutere sul modo in cui se ne andò l'estate passata, sbagliò sicuramente nei modi e nei tempi del suo abbandono, ma gli si dovrebbero dare tutte le attenuanti del caso (vero Presidente?): penso che non avesse ricevuto nessuna assicurazione sull'iscrizione della squadra al campionato, la situazione era incertissima, e probabilmente decise con troppa fretta. Ma per sua scelta ha già pagato le conseguenze, è inutile accanirsi secondo me, ma è solo un parere personalissimo il mio, che può assolutamente essere contraddetto.
 
Si diceva di questa estate tranquilla, dove la preparazione è iniziata con una rosa già formata; non sono in grado di giudicare se sia migliore o peggiore dell'anno scorso, ma sono già state formate delle basi, si è avuto tutto il tempo necessario per una buona preparazione. Le amichevoli estive non sono state brillantissime nei risultati, ma lo dice la parola stessa, sono "amichevoli", i risultati lasciano il tempo che trovano, bisogna prendere in considerazione i carichi di lavoro, gli esperimenti, anche le squadre di serie A hanno difficoltà ad agosto, non ha senso preoccuparsi.
 
Io voglio essere positivo, percepisco tranquillità e voglia di fare bene. Dobbiamo ripartire dall'ultima partita del campionato scorso, da quel play-out esaltante non solo nel risultato ma anche nel contorno. Forse pochi ci hanno fatto caso, ma la salvezza dello scorso campionato è stata come una promozione, per la riforma dei campionati di Lega Pro, è come se avessimo guadagnato una categoria, ora siamo la quarta serie nazionale, la distanza con le grandi si è ridotta, ma forse questo non significa nulla, chissà.
Pensiamo positivo, ripartiamo dalla promessa di risanamento della società, che già non è cosa da poco; credo che i primi riscontri si siano già avuti, con il risanamento delle utenze e dei fornitori.

 

Playout 2013-14 Derthona-Pro Dronero 2-0
Servono commenti?

 

Noi tifosi dobbiamo pensare a fare il nostro dovere, dobbiamo pensare a tifare, a sostenere la squadra come è stato fatto in modo esaltante nello scorso campionato. Io sono convinto di una cosa: il nostro continuo sostegno ai ragazzi nella stagione passata, è stato fondamentale per la salvezza, abbiamo avuto un atteggiamento intelligente che ha portato ai risultati ottenuti. Con la situazione societaria che si aveva, i giocatori avrebbero lasciato (come ha fatto qualcuno a novembre andandosene) ma la maggior parte del gruppo non ha mollato, non lo ha fatto per il nostro continuo sostegno, si è creata una sinergia fra tutto l'ambiente che ha dato forza a tutti quanti. Se non ci fossimo comportati così, se avessimo intrapreso una forte contestazione contro la società, saremmo retrocessi, e sono sicuro che ora il Derthona FbC 1908 non esisterebbe più, in fondo anche noi tifosi ora siamo maturi, forse anche un po' troppo, ma questo è un altro discorso.
 
Non so che campionato ci aspetterà, credo che abbiamo a disposizione una rosa assolutamente nella media di questo campionato, forse con un piccolo vantaggio in più: i nostri giovani, escludendo i classe 1996, non sono più "giovani", sono ragazzi anche al terzo campionato di serie D, conoscono bene quello che li aspetta, e questo è un aspetto non da poco, anzi fondamentale.
 
Io ci credo, voglio pensare che sia l'anno della ripartenza dopo tempi travagliati e tribolati, io ho voglia di divertirmi seguendo la squadra, ho voglia di tifare e portare in giro con orgoglio i nostri 106 anni di storia, voglio che per ogni squadra del campionato, la partita contro il Derthona sia la partita più importante dell'anno, voglio che tutti i tifosi avversari si organizzino per fare più tifo di noi, poi ci penseremo noi a farli ricredere.
 
In tutto questo mondo del calcio che sta cambiando, noi al contrario abbiamo solo voglia di far tornare tutto come era fino a qualche anno fa, il business, gli interessi, non fanno per noi, quando ero bambino per me il calcio era esultare ad un gol, e non guadagnare mille lire con una scommessa.
 
 
Baffo

Acquisti

Aleati (p. '96, Cuneo)
Catenacci (d. '84, Novese)
Garrone (d. '93 Chieri)
Giordano (d. '96, Alessandria)
Miale (d. '82, Taranto)
Nebbia (d. '88; Albese)
Guseo (c. '94 Chieri)
Gillio (c. '96, Orizzonti United)
Ottonello (c. '84, Rende)
Baudinelli (a. '79, Chiavari Caperana)
Cavaglià (a. '95, Bra)

Cessioni

De Ruggiero (svincolato)
Esanu (svincolato)
Farina (Olginatese)
Lamantia (svincolato)
Montingelli (Sporting Bellinzago)
Priolo
Serra (Savigliano)
Stankovic
Temperino (svincolato)

Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...