Parolacce

Difficile scrivere un commento alla partita di oggi senza inserire nemmeno una parolaccia.                         (continua)

Brutta prestazione quella contro il Chieri, in campo poche idee e ben confuse, condizione fisica quasi da post abbuffata gastronomica, tasso tecnico a livelli di calcetto fra amici, e nonostante tutta questa miseria di qualità, al 90esimo si stava ottenendo un pareggio, il massimo possibile contro una squadra ben superiore a noi. Ma se al secondo minuto di recupero uno dei giocatori più esperti decide di fare una giocata fra il masochismo e l'autolesionismo buttando la palla nella propria porta, allora altro che parolacce vengono da scrivere. 

 

I limiti di questo Derthona ormai li conosciamo tutti, è una squadra incompleta, fragile caratterialmente e con molti piedi quadrati, ma l'unica possibilità che si ha di fare risultato contro squadre più forti, è proprio quella di mettere il cuore e la grinta oltre alle giocate, senza la determinazione non si può che uscire dal campo sconfitti.

 

Neanche Larissa Riquelme convincerebbe un bomber a giocare GRATIS a Tortona. O no?
Neanche Larissa Riquelme convincerebbe un bomber a giocare GRATIS a Tortona. O no?

La concomitanza di quei risultati positivi ottenuti con l'ultimo cambio di mister e l'innesto dei pochi nuovi, ha un po' illuso che si sarebbe potuto proseguire il campionato così come si è ora, un'illusione un po' forzata però, data più che altro dal fatto di girarsi dall'altra parte per far finta di non vedere i problemi che invece sono rimasti e che si trascineranno fino all'ultimo minuto dell'ultima giornata di campionato. E' quasi impensabile che non ci si giocherà la salvezza attraverso i playout, a meno che un bomber nel suo pieno splendore fisico e realizzativo decida di venire a giocare a Tortona GRATIS. Si potrebbe pensare di organizzare un bel concorso di "miss Torre del Castello" e cercare di fare innamorare qualche bel centravanti di sfondamento e farlo stabilire qui?

Tornando alla partita, certo che è difficile dimenticare quell'autogol subito nel recupero, senza di quello adesso starei qui a scrivere di speranza e di fiducia nel futuro, ma sono sempre i dettagli a determinare le situazioni e ad indirizzare gli eventi in un modo o nell'altro. Un pareggio oggi, conquistato contro tutte quelle nostre carenze elencate prima, avrebbe tenuto la mente sgombra da pensieri e da problemi, ma è anche vero che errori come quello, si fanno proprio quando non si è tranquilli e sereni. Ora dovrei scrivere però che bisogna essere positivi, ottimisti e blah... blah... blah... ma se trovo uno qualunque di voi che stia leggendo che oggi lo sia ottimista, beh, tanto di cappello, potrebbe sicuramente tenere una conferenza sulla fiducia e scrivere dei saggi.

 

The football essence
The football essence

Domenica prossima aspetta a noi tifosi una bella abbuffata gastronomica con i nostri gemellati di Verbania, messi ben peggio di noi. Con misere soddisfazioni sportive come le nostre, non si può che cercarne altre nel cibo e nel buon vino, in campo poi facciano un po' quello che gli pare.

il vostro amico Baffo

 

 

CONDIVIDI >>>

Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...