Letterina di Natale

sono un qualsiasi tifoso del Derthona, del MIO Derthona. Si sta avvicinando il Natale, e anche quest'anno ti voglio scrivere la solita letterina.

 

Ultimamente però sono stato un po' cattivo con te, non ho fatto il bravo tifoso ruffiano e accondiscendente e ho anche alzato un po' la voce.

Ti voglio comunque chiedere qualche piccola e semplice cosa, ma non la chiedo solo per me, la chiedo per il MIO, per il NOSTRO DERTHONA. Il Derthona è un patrimonio della città, e tu Babbo Flavio che sei tanto buono, dovresti cercare di fare il bene per tutti i tifosi, sia per quelli "bravi" e sia per quelli "cattivi" come me e i miei amichetti della gradinata.

 

Vorrei semplicemente andare alla stadio e vedere una squadra giocare a pallone, con un bravo allenatore che mi faccia divertire, una squadra con giocatori tranquilli, che non abbiano altri pensieri se non quello di correre e di fare gol, e questo si può avere solo con la serietà e la professionalità.

 

Non credo di chiederti l'impossibile, ci sono altre 161 squadre come noi in serie D, non sono poche, e chi più e chi meno, cerca di fare questo, giocare a pallone e non dare preoccupazioni ai propri tifosi. Oggi io e i miei "amichetti" cattivi, siamo usciti dallo stadio con tanta amarezza e delusione, ma non per aver perso una partita ma per la totale mancanza di dignità che ci trasmette una dirigenza che sembra improvvisata e dilettante proprio come dice la denominazione che ormai portiamo da ben ventidue anni, e cioè Società Sportiva Dilettantistica Derthona F.B.C.1908. 

 

Caro Babbo Flavio, se non riesci a farti aiutare da nessuno, ci sarà un motivo: ti sei mai chiesto perchè chi arriva a darti una mano, dopo due o tre mesi se ne va e ti lascia solo?

 

Prova a darti una risposta.

 

Caro Babbo Flavio, non ti chiediamo cose impossibili, ormai per quest'anno vorremmo solamente una salvezza tranquilla, non ci sogniamo nemmeno di volere salire tra i professionisti, anche se sarebbe il regalo che tutti i tifosi del Derthona si aspettano da anni. Ma ti capisco, non è solo colpa tua, ma è anche del tuo aiutante, "l'arcangelo" Lele, che non ti consiglia bene, e che non sa scegliere i regali giusti. Sicuro che esaudirai i nostri desideri, ti saluto e ti ringrazio anticipatamente per quello che ci porterai a maggio, e cioè quella tranquilla salvezza che ci è semplicemente dovuta.

 

La partita di oggi è andata semplicemente come tutti ci si aspettava. E' arrivata una sconfitta annunciata, ma non disonorevole sul campo. Ormai siamo una tifoseria talmente civile, che abbiamo scelto una contestazione silenziosa per tutta l'intera gara, anche se la voglia di fare il tifo per la squadra era tanta, come era tanta la voglia di aiutare i ragazzi in campo che ce la stanno mettendo tutta. Abbiamo scelto una contestazione silenziosa semplicemente per non esasperare gli animi, già esasperati per quell'aria di smobilitazione che si sta effettuando in questa ultima settimana. Ora aspettiamo solo gli eventi che ci porterà la prossima settimana, che sarà cruciale per il nostro futuro.

 

                                                                                                                       Baffo 

 

CONDIVIDI >>>

Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...