Si scrive DERTHONA, si legge... RABONA!

Partite così si vivono forse una volta all'anno, e non si sa se sia un bene o un male.

 

Un bene perchè è stata una vittoria esaltante, sotto ogni aspetto; gioco, organizzazione, impegno, carattere. E' persino difficile decidere chi sia stato il migliore in campo dei ragazzi.

Oggi è sembrato che tutti sapessero cosa fare, come farlo e quando farlo, si vedevano giocate da squadra padrona del campo : il primo tempo è stato a dir poco perfetto.

 

Impressionante come il nuovo Mister sia riuscito in una sola settimana a creare questi automatismi di gioco : forse l'unica piccola imperfezione è stata un po' di imprecisione nell'ultimo passaggio, quello decisivo. Attaccanti che si permettono il lusso di fare tunnel all'avversario e subito dopo smarcare il compagno con una rabona (Mussi doppia doppietta, di gol e di rabone), forse un po' inutili e fini a se stesse, ma se poi segni una doppietta, che ben vengano le rabone, quando mai se ne vedono in serie D.

 

 

Queste partite sono un bene perchè te le potrai ricordare, ti rimarranno nella memoria. Il momento più esaltante della partita si è avuto nel recupero, quando la punta avversaria si trova a tu per tu col tuo portiere, ti si blocca il respiro, tutto si ferma, ti aspetti la beffa, stai già vedendo la palla entrare in porta, e invece no, grande parata, contropiede velocissimo, gol del 2 a 0 e fischio finale.

 

 

U-N-A-G-O-D-U-R-I-A

 

 

Un male perchè non sarà sempre così, si tornerà a soffrire, a imprecare, a demoralizzarsi, le rabone le faranno gli avversari (no, non è vero, quando mai). Un male perchè ti aspetterai ancora prestazioni come quella di oggi, ma non è sempre DOMENICA.

 

Oggi ci siamo esaltati, non dobbiamo nasconderlo, tutti, noi e giocatori, siamo usciti dal campo di Sestri con la faccia soddisfatta che hanno i bambini quando si divertono, ci siamo divertiti a vedere giocare a pallone e a tifare. E pensare che solo una settimana fa ero qui a scrivere che non si sapeva come uscire dalla crisi, e dopo soli sette giorni a parlare di esaltazione. Ma è così, è questo il bello, ci si fa trascinare dalle emozioni. Forse, anzi sicuramente, è prematuro dirlo, ma se si continuasse così, ci si potrà togliere delle soddisfazioni.

 

Oggi è stata la partita dell'euforia e delle rabone, domenica prossima chissà. Ai ragazzi diciamo, come nell'ultimo coro cantato oggi, VI VOGLIAMO COSI'.

 

 

il vostro amico Baffo

 

CONDIVIDI >>

Print Friendly and PDF

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...