Baffo e le sue pagelle semiserie

Alessandro Gallino. A inizio campionato si aveva quasi l'impressione che fosse l'erede di "sacco di patate" Volpi. Ora si permette anche il lusso di parare stoppando il pallone di petto come il miglior Renè Higuita. Evoluzione di un portiere.

 

Marjol "uno di noi" Zefi. Ormai è un difensore straordinario e fondamentale. Corre libero e spensierato sulla fascia, e se si pensa che ci è stato lasciato in eredità da Matteo "gattabuia" Hysa...! A volte il calcio è romanticismo.

 

Federico Tavella. La lentezza fatta persona, ma associata ad una professionalità, un'intelligenza e capelli stile professionista anni 90. Difensore di riserva, ma che non puoi lasciare in panchina anche quando si ha a disposizione la difesa titolare.

 

Fabrizio Montingelli. Quest'anno non solo un altro giocatore, ma quasi un'altra persona. Trasformato dalla partenza di Pellegrini. D'altronde chi non sarebbe in soggezione a giocare al fianco di una "superstar".

 

Davide Vaira. Nemico assoluto dei numeri 9 avversari. Ma non li odia per motivi personali, ne fa proprio una questione di principio.

 

Cristian Di Leo. Esce palla al piede dall'area di rigore come Piquè, ed è anche bello come lui.

 

Nicolò Tonetto. Da "figlio del presidente" a uno dei ragazzi terrbili del mister. Solo lui avrebbe potuto segnare a Novi.

 

Salvatore Temperino. Memorabili sia le sue veroniche a centrocampo, sia i suoi cori sulla balaustra della Gradinata Est. Sicuramente sta nella formazione ideale della storia recente del Derthona.

 

Giulio Valente. L'uomo giusto, al momento giusto, nel posto giusto. Gol su calcio d'angolo, di testa su rimessa laterale, pallonetti, ragnatele ripulite dagli incroci dei pali. Alla faccia di "daje Carmine".

 

Edoardo Chirico. Chi si ricorda di "Conan il ragazzo del futuro"? Corre come lui, schiena all'indietro, però che assist per i compagni e che utilità in mezzo al campo.

 

Muolay "svenimento in area" Miftah. Erede del miglior tuffatore in area di rigore di sempre Inzaghi, ma gli arbitri di serie D non sono così creduloni come quelli di serie A (ma questa è un'altra storia). Sarebbe dovuto essere l'uomo di qualità di questa squadra, non sempre ci è riuscito, ma da apprezzare il suo sacrificio a volte anche in un ruolo non suo.

 

Alex Mazzocca. E' un piacere vederlo correre senza quasi toccare l'erba del campo. Fosse per lui, correrebbe fin sopra la Torre del Castello, ma i doveri di squadra non glielo permettono.

 

Filippo Acrocetti, Luca Carru, Enrico De Ruggiero, Massimiliano Dimitrio, Daniel Esanu, Mattia Gilio, Bruno La Caria, Antonino Lopreiato, Alessio Pavan, Christopher Piscioneri, Simone Salerno. I ragazzi terribili del mister, ragazzi da libro "Cuore", forse un pò anonimi, ma poi pensi che se tutti mettessero il loro stesso impegno, la loro stessa voglia in campo, forse il calcio sarebbe ancora più bello. A noi non interessano i passaggi "no look" e i doppi passi fini a se stessi. A noi interessa la passione in campo.

 

Alessandro Gatto, Gianluca Limone, Valentino Mazzoleni, Luca "superstar" Pellegrini, Davide Rampinini, Charles Sahe. Ragazzi che per vari motivi non sono entrati a fare parte del progetto, ma che hanno comunque contribuito a questa bella annata. Un grazie anche a loro.

 

Una menzione particolare per Vuk "traliccio" Vukotic. Ha segnato due gol, uno da fondo campo rubando palla al portiere e uno di mano. I gol semplici da un metro dalla porta lasciamoli fare ad altri. Se non è genio questo!

 

Mister Banchieri. Senza di lui tutto questo non sarebbe stato possibile. GRAZIE MISTER!

 

 


Inoltre ricordiamo che Domenica 19 Maggio alle 17:30 il Derthona FbC organizza una partita Derthona-Tifosi a squadre miste per festeggiare la fine della stagione, con grigliata finale, al campo di Volpedo. 

 

Aderite e commentate specificando se venite a giocare o solo a mangiare/bere attraverso l'evento Facebook.

 

E' previsto un contributo di 15/20 euro per cibo e maglietta.

 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...